IL DIETISTA E LE NUOVE REGOLE NELLA 2° FASE DELL’EMERGENZA COVID 19

Il Dietista, professionista della salute, è impegnato nell’affrontare la pandemia come l’intero paese sta facendo da due mesi. L’organizzazione e la gestione del delicato passaggio dalla “Fase 1” alla “Fase 2” vede la riorganizzazione di tutti i servizi al paziente con molta cautela al fine di contenere i rischi e la diffusione della pandemia Covid-19. Il perdurare della situazione di emergenza, seppure nel graduale passaggio dalla fase 1 alla fase 2 della gestione governativa, diventa pertanto un’occasione importante per sviluppare maggiore assunzione di responsabilità deontologica da parte del DIETISTA e potenziare nuovi modi per lavorare con gli utenti e le famiglie, sfruttando al massimo le risorse professionali e tecnologiche a sua disposizione. Le CdA dei Dietisti delle province calabresi hanno stilato delle indicazioni per il passaggio dalla Fase 1 alla Fase 2.

Per scaricare l’informativa clicca sul link sottostante.

NUOVE REGOLE DIETISTI.pdf

 

COMMISSIONE D’ALBO DI PODOLOGO DI TUTTE LE PROVINCE CALABRESI MEMORANDUM – FASE 2

Con la fine delle restrizioni legate all’emergenza COVID 19, lentamente, si ritornerà alle attività lavorative. Ovviamente non sarà facile per nessuno perché tutti ci troveremo a fare i conti con una società provata e con un cambiamento della normale routine lavorativa e di vita. Per i mesi a venire l’attenzione, specialmente per chi lavora nella sanità, sarà dedicata a prevenire l’insorgere di nuovi casi di infetti e a preservare le nostre stesse vite.Le CdA dei Podologi delle province di Cosenza, Catanzaro – Crotone – Vibo Valentia, Reggio Calabria hanno voluto rendere un servizio ai colleghi stilando un memorandum che fa riferimento a dati scientifici aggiornati, al fine di ritornare alle
proprie postazioni di lavoro nella maggiore sicurezza possibile. Buon lavoro!

Per scaricare l’informativa clicca sul link sottostante.

MEMORANDUM-FASE-2-CDA-REGIONE-CALABRIA-FINALE.pdf

PARLA ALESSANDRO BEUX SUL PERIODICO ONLINE “SANITA’ INFORMAZIONE”

Sul periodico online “Sanità Informazione” parla Alessandro Beux, presidente del maxi Ordine delle professioni sanitarie: «Sul Fondo di garanzia per i familiari vittime di Covid-19 ci aspettiamo una correzione nel Dl Aprile, non si possono escludere intere professioni». Preoccupa la situazione economica dei liberi professionisti: «Loro attività limitata alle prestazioni ritenute clinicamente improcrastinabili». Poi sottolinea: «Arrivo di una pandemia si poteva prevedere, ancora manca un piano»

Per leggere l’articolo basta cliccare sul link sottostante

Covid-19, Beux (TSRM e PSTRP): «Serve piano organico per il territorio. Grave errore sul Fondo di solidarietà. Ora pensare anche ai liberi professionisti

LINEE DI INDIRIZZO E RACCOMANDAZIONI PER L’ATTIVITA’ DEL LOGOPEDISTA AI TEMPI DEL COVID19

Ogni logopedista nell’esercizio della propria professione è impegnato in prima linea nel contribuire al contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID 19, mettendo in atto i corretti comportamenti a tutela dell’altrui e della propria salute. Il rispetto delle regole e la limitazione dei contatti sociali, per evitare la diffusione, ha reso necessaria la sospensione o rimodulazione del piano di intervento e trattamento, in accordo con l’utenza e riorganizzando la propria attività con delle nuove routine appropriate. Di seguito il link da cui si potrà scaricare il documento condiviso fra FLI e CdA dei Logopedisti dove sono state racchiuse le linee guida  per l’attività dei professionisti in questo periodo di emergenza socio-sanitaria.

Per scaricare l’informativa clicca sul link sottostante.

DOCUMENTO CONDIVISO FLI – CDA DEI LOGOPEDISTI – LINEE DI INDIRIZZO E RACCOMANDAZIONI PER L’ATTIVITA’ DEL LOGOPEDISTA AI TEMPI DEL COVID 19

BUONE PRATICHE SULLA SICUREZZA DELLE ATTIVITA’ DELL’ORTOTTISTA ASSISTENTE DI OFTALMOLOGIA A CURA DEL COMITATO SCIENTIFICO AIOrAO

Date le tante ordinanze nazionali e regionali e le procedure interne di ogni struttura pubblica e privata, il comitato scientifico AIOrAO è a disposizione per eventuali quesiti specifici ed integrare l’attuale documento realizzato il 16.04.2020. Nelle azioni volte al contenimento e riduzione della diffusione di SARS-CoV-2, in considerazione del fatto che gli Ortottisti Assistenti di Oftalmologia hanno notevolmente ridotto la loro attività con grande senso di responsabilità, etica e deontologica, non tralasciando la necessità di rispondere ai bisogni di salute delle persone che hanno necessità di trattamenti riabilitativi visivi o esami diagnostici inerenti la semeiologia oculare, pena il rischio di aumento di patologie oculari e/o peggioramento visivo funzionale, si consiglia di processare le richieste dei pazienti identificando la non differibilità di valutazione/trattamento e/o erogando gli esami strettamente necessari ai fini di ridurre il deterioramento della funzione visiva, cercando di limitare gli spostamenti del paziente ed il suo tempo di permanenza all’interno della struttura sanitaria, cercando eventualmente, dove possibile, di implementare attività di monitoraggio dei trattamenti riabilitativi introducendo attività di sorveglianza tramite teleconsulto digitale a distanza e teleriabilitazione (con programmi che permettano videochiamate).

 

 SICUREZZA DELLE ATTIVITA’ DELL’ORTOTTISTA ASSISTENTE DI OFTALMOLOGIA

 

AGGIORNAMENTO DELLA NOTA SULLA RIMODULAZIONE DEGLI INTERVENTI FISIOTERAPICI NELL’EMERGENZA COVID19

Anche la categoria dei Fisioterapisti, tramite un documento congiunto di AIFI e CdA di CZ-KR-VV, ha fatto pervenire alla popolazione e ai professionisti una nota aggiornata al DPCM 10 aprile 2020 con revisione del 20 aprile 2020, al fine di dare delle indicazioni di intervento dettagliate  e scientificamente al passo.

 

 AGGIORNAMENTO DELLA NOTA SULLA RIMODULAZIONE DEGLI INTERVENTI FISIOTERAPICI NELL’EMERGENZA COVID19(pdf)

 

INDICAZIONI PER IGIENISTI DENTALI E PODOLOGI NELLA 2° FASE DELL’EMERGENZA COVID 19

Nelle prossime settimane vi sarà la fine delle restrizioni legate all’emergenza COVID 19 e, lentamente, si ritornerà alle attività lavorative. Ovviamente non sarà facile per nessuno perché tutti ci troveremo  a fare i conti con una società provata e con un cambiamento della normale routine lavorativa e di vita. Per i mesi a venire l’attenzione, specialmente per chi lavora nella sanità, sarà dedicata a prevenire l’insorgere di nuovi casi di infetti e a preservare le nostre stesse vite. Il Direttivo dell’Ordine di CZ-KR-VV e le CdA di Igienisti Dentali e Podologi hanno voluto rendere un servizio ai colleghi stilando delle indicazioni che fanno riferimento a dati scientifici aggiornati, al fine di ritornare alle proprie postazioni di lavoro nella maggiore sicurezza possibile. Buon lavoro!

 

INDICAZIONI PER IGIENISTI DENTALI E PODOLOGI(docx)

 

INDICAZIONI ORTOTTICHE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

In questa fase di emergenza COVID 19 dove il lockdown stabilito dalle autorità impone la permanenza presso le proprie abitazioni è diventata ormai consuetudine  per i più, bambini e adulti, che si faccia abbondante uso di dispositivi elettronici quali smartphone, TV , computer che hanno un impatto rilevante sulla funzione visiva. Al fine di garantire un servizio alla cittadinanza e ridurre al minimo i possibili danni alla vista, la Associazione Italiana Ortottisti Assistenti di Oftalmologia (AIOrAO) ha stilato un vademecum di pochi, ma essenziali punti che, di sicuro, potrà essere utile a tale scopo. Buona lettura!

 

Indicazioni ortottiche al tempo del coronavirus(pdf)

 

IL MINISTRO SPERANZA IN RICORDO DEI PROFESSIONISTI DELLA SANITA’

17 aprile 2020

Di loro si parla meno, ma svolgono una funzione essenziale: sono i lavoratori di tutte le professioni sanitarie che combattono questa durissima battaglia, sia dalla prima linea degli ospedali che sul territorio. Penso ai tecnici di radiologia, a quelli di laboratorio, agli assistenti sanitari, ai fisioterapisti e a tutte le altre professioni tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, alcune attive a favore dei più fragili, come gli educatori professionali. Penso agli assistenti sociali. A tutti loro voglio far arrivare il mio sincero apprezzamento. Insieme ce la faremo.

Roberto Speranza

Ministro della Salute